Skip to main content

Montare il latte a casa

Come montare il latte a casa? L’importante è non perdersi d’animo e sapere che anche da soli, si può ottenere un’ottima schiuma, persino più buona di quella del bar!

latte montato in tazza con cacao

 

Tutte le soluzioni per montare il latte hanno una cosa in comune: il latte viene in qualche modo agitatoprocesso che alla fine crea la nostra desiderata schiuma la cui consistenza e persistenza dipende da due cose: il modo/il prodotto usato per ottenere la schiuma e il latte stesso: raccomandiamo di usare sempre latte intero a temperatura frigorifera per ricevere il miglior risultato possibile.

In pratica, le opzioni di base per montare il latte a casa sono due: macchina o non macchina.

 

Montare il latte con prodotti elettrici

Con la macchina da caffè con erogatore di vapore

Chi possiede una macchina per caffè dotata del beccuccio per schiumare il latte deve in pratica solo imparare ad usarla:

Nel caso si abbia a disposizione un erogatore di vapore è necessario far partire il getto e immergere il beccuccio solamente dopo qualche secondo, impedendo alle gocce d’acqua rilasciate inizialmente di finire nel bricco utilizzato per montare il latte. Quest’ultimo deve essere d’acciaio e il quantitativo di latte non deve arrivare a riempirlo, poiché altrimenti si rischia che la schiuma fuoriesca.

Il movimento da eseguire è lento e dal basso verso l’alto, in modo alternato, fino ad ottenere una schiuma densa. A questo punto è opportuno ruotare il contenitore in senso orario e antiorario, sempre lentamente, per eliminare le bolle dalla schiuma, e dare leggeri colpetti ad fondo del contenitore per lo stesso motivo.

 

Con il montalatte elettrico

Un’altra soluzione elettrica e comoda è un montalatte elettrico dotato di una corona dentellata (spesso simile alla testa coronata dello schiumino manuale) da posizionare dentro il bricco. Questo piccolo aggeggio durante il programma di montatura si muove e agita quindi il latte fino a ottenere una schiuma di livello veramente superiore.

 

Montare il latte manualmente

Per fare la schiuma manualmente si può scegliere tra due opzioni:

 

Un frullino a batteria

Qui basta immergere il frullino nel latte precedentemente riscaldato (non bollito): le corone del frullino vibrano e creano così la schiumalatte.

Il risultato dipenderà dal tipo di latte usato, dal numero di corone di cui è dotato il frullino e dal tempo che impieghi per fare la schiuma.

 

Un montalatte manuale

Una volta ottenuto del latte caldo, bisogna solo chiudere il montalatte manuale e agitare lo stantuffo fino a ottenere la schiuma desiderata. La reticella dello stantuffo, posizionata dentro il contenitore, è la parte importante per montare il latte: Agitando lo stantuffo, il latte deve per forza passare la stretta reticellaprocesso che crea alla fine la schiuma.

Più tempo si impiega a muovere su e giù lo stantuffo, più abbondante sarà la schiuma ottenuta.

 

Come montano il latte per il cappuccino al bar?

I maestri del cappuccino hanno sempre a disposizione delle macchine professionali dotate di erogatore di vapore, ma naturalmente sono in grado di ottenere lo stesso risultato con attrezzature alternative. La comodità delle macchine è quella di poter realizzare un numero elevato di cappuccini in breve tempo.

Il segreto del barista è il giusto posizionamento del beccuccio dal quale fuoriesce il vapore, indicato in gergo tecnico come “sweet point”, che corrisponde ad un livello di immersione nel latte di appena 0,5 cm. Ovviamente man mano che la schiuma si forma è necessario inclinare il bricco in acciaio andando a pescare nel latte non ancora montato e mantenendo sempre l’erogatore immerso a 0,5 cm.

Altro aspetto fondamentale riguarda la collocazione del beccuccio, il quale si deve presentare spostato verso una delle pareti del contenitore, in modo da creare un vortice che consentirà di ottenere una schiuma cremosa e duratura.